Estate 2021 - Insieme

Stampa

Nonostante le difficoltà legate alla pandemia, l’esperienza del look-down 2020 e le nuove modalità “create” per continuare a vivere lo scautismo hanno permesso, al gruppo scout Agesci Porto Torres 1, di continuare le attività e, anzi, ricercare tempi e modi per rendere possibile il loro svolgimento in presenza. Non è stato semplice, ma il desiderio di incontrarsi e di vivere l’esperienza è stato forte, soprattutto nei bambini e nei ragazzi.

L’anno è stato caratterizzato dagli stop & go determinati dai vari decreti. Ma, non appena è stato possibile, tutte le unità, compreso il gruppo di animazione delle Piccole Comete (esperienza educativa extra-scout, rivolta ai bambini dai 5 ai 7 anni), si sono lanciate in attività all’aperto.

Anche la Comunità Capi ha continuato le attività, dedicando gran parte del tempo alla formazione e alla stesura del nuovo Progetto Educativo. Il titolo “La città nuova” rivela il sogno di contribuire alla costruzione di una società migliore, capace di condivisione e di accoglienza. Il nuovo Progetto Educativo, già consegnato al sindaco di Porto Torres, sarà presentato alle famiglie e alla comunità a settembre, alla ripresa delle attività.

Per l’estate, le attività non hanno previsto lo svolgimento dei tradizionali campi estivi: la cautela e il rispetto hanno orientato verso una scelta di attività alternative.

Il gruppo di animazione delle Piccole Comete ha continuato le attività in sede e all’aperto riscoprendo le vicende di Noè, della sua famiglia e della sua Arca. Il messaggio di speranza trasmesso attraverso questo racconto è l’attesa e l’impegno non per un “ritorno alla normalità” ma per costruire un mondo più giusto.

I lupetti del Branco Waingunga (bambini dai 7 agli 11 anni) hanno vissuto un doppio week-end di attività ambientate nel mondo di Jumanji, tra giochi d’acqua e laboratori di manualità. Una bellissima Veglia alle Stelle ha stupito e meravigliato i lupetti. Durante i due week-end, i lupetti hanno seguito le orme di Mosè nel suo viaggio verso la terra promessa.

Il Reparto Warrington (ragazzi/e dagli 11 ai 16 anni), che vive l’esperienza dello scautismo nautico, ha vissuto due giorni dedicati alle attività di squadriglia. Proposte una uscita nel Parco Nazionale dell’Asinara con attività di immersione subacquea (i più giovani hanno avuto il loro “battesimo dell’acqua”) e con un pomeriggio dedicato all’attraversata in kayak da Cala d’Oliva a Cala Reale; altra proposta, grazie al supporto della pattuglia di Protezione Civile della Zona di Sassari, una uscita a Platamona con attività legate al salvamento in acqua e al primo soccorso. Il bivacco, con il pernottamento in amaca, ha anticipato il momento conclusivo, con la celebrazione della S. Messa, alla quale ha partecipato anche il Branco.

Adesso una breve sosta per poi riprendere a settembre il cammino insieme.