Carta di Clan

AGESCI
Porto Torres  1

Carta del Clan/Fuoco

“la sorgente”

Ritornare alla normalità o cercare il cambiamento

… verso un mondo migliore

Scritta il 20/12/2020

Nel nord della Sardegna, vi è una piccola cittadina, da sempre principale porto sardo con profonde radici storiche. Durante l’impero romano era conosciuta con il nome di Turris Libyssonis. Ora Porto Torres.

In questo luogo, affacciato sul mare, ogni settimana, si incontra un piccolo clan/fuoco, composto da ragazzi/i, dai 16 ai 21 anni, amanti della natura, dell’avventura, della strada ma ancora di più del servizio. Sono sempre pronti ad aiutare gli altri a stare con la loro comunità e fare nuove conoscenze in ambito culturale e sociale … questa è la nostra Comunità

Siamo gocce di una sorgente, tutte diverse fra loro, con in comune la passione per lo scautismo.

La nostra carta di clan nasce nel 2020, in un momento molto particolare per la nostra comunità, che verrà ricordato per la pandemia mondiale.

In questo contesto ci è stato chiesto di “salvare il mondo dal divano”.

Spensierati come bambini e responsabili come adulti, dobbiamo essere come un lampo di luce in un cielo in tempesta.

Questi siamo noi: il Clan la sorgente

La speranza è come una strada nei campi:  non c’è mai stata una strada, ma quando molte persone vi camminano, la strada prende forma”. (Yutang Lin)

La strada

La strada è il momento in cui riusciamo a conoscere meglio noi stessi e la nostra comunità.

E’ il nostro luogo d’incontro. Mettersi in strada significa uscire dalla propria comodità e per questo rappresenta una sfida con noi stessi. Stiamo in compagnia e ci stimoliamo a vicenda a quelli che noi crediamo essere i nostri limiti.

Attraverso il contatto con il terreno siamo capaci di sentire che altre persone sentono quel che sentiamo noi.

Ci siamo abituati a cadere e rialzarci, a sbagliare e riuscire poi a ritrovare quella giusta, a non farci abbattere dalle difficoltà che ci mette davanti, ogni salita superata è come una vittoria in più da aggiungere alla nostra storia. Abbiamo imparato, soprattutto, che ne vale sempre la pena, che ogni singola fatica sarà ricompensata dai sorrisi dei nostri compagni di strada e dalle meraviglie che di mette davanti la natura.

Ci impegniamo a :

  • Essere parte attiva nella progettazione della route.
  • Essere responsabili e organizzare consapevolmente la strada che vorremmo
  • Collaborare con il resto del clan per preparare la route in tutti i suoi aspetti.


 

La comunità

La comunità  è luogo di incontro, spazio di condivisione, piccola parte della comunità civile ed ecclesiale. Al suo interno ti puoi sentire al sicuro, circondato dai tuoi compagni, puoi essere te stesso senza esser giudicato. Per far si che la comunità funzioni c’è bisogno di :

  • COSTANZA per imparare a conoscersi ed accettarsi.
  • TEMPO per costruire e migliorare i legami, la progettazione delle attività e vivere la nostra strada.
  • REGOLE per rispettarsi e riuscire a convivere.
  • CONFRONTO per far crescere la comunità e far nascere nuove idee.

Ci impegniamo a rispettare le regole che ci diamo, a vivere i rapporti con umiltà e cercando di trasformare lo “scontro” in “confronto” per fortificare la comunità.

Ci impegniamo inoltre a viverla come Gesù ci ha insegnato: amando il prossimo come me stesso.