Luce della Pace 2017

Ritorna nella nostra città la Luce della Pace da Betlemme, iniziativa promossa dalle Associazioni Scouts Triestine alla quale gli scout Agesci di Porto Torres hanno aderito dal 2001. Si tratta di un’attività che intende promuovere i valori della Pace e della convivenza sociale, assumendo come simbolo la Luce conservata nella grotta della Natività di Betlemme. La Luce della Pace arriverà in Sardegna grazie al Centro Sardo Studi e Documentazioni Scout e a due capi scout della Zona di Cagliari.

Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall’ olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. La tradizione nasce dall’ iniziativa natalizia di beneficenza “Lichts in Dunkel ” – Luce nel buio – della Radio-Televisione ORF-Landestudio Oberoesterreich di Linz. Nell’ ambito di tale iniziativa sono raccolte offerte spontanee  con cui si vuole aiutare bambini invalidi, emarginati sociali, ma anche stranieri bisognosi, come ad esempio i profughi. Nel quadro di questa iniziativa di beneficenza, la ORF per la prima volta nel 1986 ha dato vita a questa “Operazione Luce della Pace da Betlemme”, pensando alla tradizione natalizia e come segno di ringraziamento per le numerose offerte. Poco prima di Natale un bambino, venuto appositamente dall’ Austria, accende una luce dalla lampada nella Grotta di Betlemme che è poi portata a Linz con un aereo della linea Austriaca. Da Linz con la collaborazione delle Ferrovie Austriache, la Luce è distribuita in tutto il territorio federale. Dal 1986 gli Scout viennesi hanno deciso di collaborare alla distribuzione della Luce della Pace, mettendo così in pratica uno dei punti chiave dello scoutismo, l’amore per il prossimo espresso nella “Buona Azione” quotidiana. Di anno in anno è cresciuta la partecipazione e l’entusiasmo per la consegna della “Luce della Pace” tramite i Gruppi Scout. Sempre più numerosi sono gli scout che vi prendono parte. Quasi ogni anno la Luce della Pace di Betlemme è stata portata in un “nuovo” Paese europeo. In Italia, da Trieste partono alcuni scouts che, utilizzando il mezzo ferroviario per una staffetta di stazione in stazione, distribuiscono la Luce della Pace.

La luce della Pace va diffusa a più gente possibile: ricchi e poveri, colti e ignoranti, bianchi e neri, religiosi ed atei. La Pace è patrimonio di tutti e la Luce deve andare a tutti, in particolare nei luoghi di sofferenza, ai gruppi di emarginati, a coloro che non vedono Speranza e futuro nelle vita. La parola “pace” ci richiama alla mente immagini di serenità, di tranquillità e non leghiamo questo termine a concetti dinamici. Mentre invece la pace richiede impegno e tenacia. Quale migliore occasione ci offre la “Luce di Betlemme” per farci costruttori di pace?

Anche quest’anno, la tradizione della Luce della Pace si ripeterà grazie al contributo del Centro Studi Scout della Sardegna e di alcuni scout della Zona di Cagliari. Domenica 17 dicembre, alle ore 08.00 circa, nei pressi della stazione marittima, saranno accolti i due scout sardi che rientrano dalla penisola con la Luce della Pace e subito dopo si svolgerà una breve cerimonia di accoglienza. La Luce della Pace sarà poi portata nella parrocchia dello Spirito Santo, dove sarà custodita accesa fino al giorno di Natale. Alla cerimonia parteciperanno anche alcune Comunità Masci (gli scout adulti) del territorio

 Gli scout turritani invitano alla cerimonia di accoglienza quanti credono che anche in tempi difficili come quelli che viviamo sia possibile credere al valore della Pace e lavorare perché si crei un mondo migliore.

© 2021 Agesci Porto Torres 1. All Rights Reserved. Designed By WarpTheme

Please publish modules in offcanvas position.