35,10,0,50,1
25,600,60,0,3000,5000,25,800
90,150,1,50,12,30,50,1,70,12,1,50,1,1,1,5000
0,2,1,0,2,40,15,5,2,1,0,20,0,1
Apertura Anno scout 2017/2018
Apertura Anno scout 2017/2018
Campo Estivo 2016
Campo Estivo 2016
By Agesci Porto Torres 1
Route Nazionale Comunità Capi 1997
Route Nazionale Comunità Capi 1997
Firma Carta di Clan - 1980
Firma Carta di Clan - 1980
By Agesci Porto Torres 1
Campo Estivo di gruppo 2016
Campo Estivo di gruppo 2016
By Agesci Porto Torres 1
Route Nazionale Branca RYS 2014
Route Nazionale Branca RYS 2014

Alcuni "Pensieri sulla progressione personale in Branca R/S", pubblicati dalla stampa associativa agli inizi del 2009.

Clicca qui per scaricare il documento

"Il primo passo è quello di chiarire l’equivoco che la progressione personale non è da considerarsi in sé un’attività singola ma è un percorso progettato nel tempo e composto da molte e diverse esperienze che la vita e lo scautismo offrono agli R/S per identificare e realizzare le proprie potenzialità1. Inoltre ci sentiamo di dire che la progressione personale è importante sia per le esperienze che propone, ma soprattutto per il metodo che induce; essa infatti, è lo strumento educativo che sollecita i giovani a non lasciar scorrere la vita ma a rendere razionale e cosciente ciò che accade loro, a non pensare al futuro come qualcosa di ineluttabile. Pone domande su ciò che si è e si intende essere, sulla capacità di rileggere, superare e accettare le esperienze provate, continuando a credere nel futuro dando ragione di esso.
Ovviamente ri-significare le proprie esperienze, non è facile, né da sperimentare, né da proporre. Tuttavia lo scautismo possiede una grande forza, una pedagogia vincente: non aspetta che tutto sia maturo, ma propone ai ragazzi occasioni perché tutto divenga maturo. In questo senso, la progressione personale è l’occasione per valorizzare le esperienze vissute e interpretarle.
La progressione personale è un percorso di esperienze proposte, a cui segue la rilettura cosciente delle stesse ad opera del ragazzo e alla luce dei suggerimenti della comunità R/S e dei capi. L’obiettivo fondamentale della progressione personale è quello di favorire la formazione del carattere al servizio degli altri attraverso l’esercizio progettato e programmato delle virtù2. La sua forza educativa consiste nel porre nelle mani del ragazzo la responsabilità di compiere delle scelte. L’adesione consapevole del rover e della scolta è condizione indispensabile per vivere la progressione personale come tempo per misurarsi e conoscersi, all’interno del gioco che la comunità R/S propone ad ognuno. Un gioco nelle mani dei ragazzi, dove i capi, e in una certa misura anche l’intera comunità R/S, vivono il loro ruolo con trasparenza, divenendo facilitatori e punti di ristoro, ponendosi sulla linea di  partenza e di arrivo e garantendo il “campo di gioco”.
Il ritmo e l’esercizio costante con cui viene vissuta permettono l’interiorizzazione di questo stile autoeducativo.

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

BRANCA L/C

Il grande gioco dello scautismo inizia fin da bambini, con la proposta di una esperienza fantastica giocata e vissuta nell’atmosfera della Giungla di Kipling o del Bosco. Nel Branco e nel Cerchio sono accolti bambini e bambine dagli 8 agli 11/12 anni: Lupetti, Lupette e Coccinelle.

BRANCA E/G

Il Reparto è l’unità di ragazzi e ragazze dagli 11/12 ai 16 anni, gli Esploratori e le Guide. Comprende tre o quattro Squadriglie, formate da 7-8 ragazzi o ragazze che progettano e realizzano in modo autonomo attività e imprese.

BRANCA R/S

La branca Rover/Scolte si rivolge ai giovani e alle giovani compresi tra i 16 ed i 20/21 anni e si propone di favorire, attraverso l’autoeducazione, la crescita di ciascuno, nella disponibilità al servizio del prossimo, nello sforzo di maturare delle scelte per la vita.

I CAPI

I capi, i soci adulti e gli Assistenti Ecclesiastici sono coloro che avendo compiuto scelte solide  ed acquisito adeguate competenze, sono impegnati nel servizio educativo di bambini, ragazzi, giovani. Il loro servizio è gratuito. Gli Assistenti Ecclesiastici sono sacerdoti corresponsabili della  proposta scout all’interno delle Unità, delle Comunità capi e degli altri livelli associativi.