35,10,0,50,1
25,600,60,0,3000,5000,25,800
90,150,1,50,12,30,50,1,70,12,1,50,1,1,1,5000
0,2,1,0,2,40,15,5,2,1,0,20,0,1
Apertura Anno scout 2017/2018
Apertura Anno scout 2017/2018
Campo Estivo 2016
Campo Estivo 2016
By Agesci Porto Torres 1
Route Nazionale Comunità Capi 1997
Route Nazionale Comunità Capi 1997
Firma Carta di Clan - 1980
Firma Carta di Clan - 1980
By Agesci Porto Torres 1
Campo Estivo di gruppo 2016
Campo Estivo di gruppo 2016
By Agesci Porto Torres 1
Route Nazionale Branca RYS 2014
Route Nazionale Branca RYS 2014

Mafeking

Nel 1899 la guerra anglo – boera (i vecchi coloni olandesi) era alle porte. La situazione precipitava e B.P. venne inviato in Sud Africa. Decise di stabilire il suo quartier - generale a Mafeking, importante nodo ferroviario e si preparò alla battaglia. L'8 ottobre 1899 inviò a sua madre l'ultimo biglietto che cominciava così: "Un esercito di boeri su 3 colonne, della forza complessiva di 6 - 7000 uomini sta marciando su di noi...". Così cominciò il lungo assedio destinato a trasformare un ottimo, ma sconosciuto ufficiale in un eroe nazionale.

Il nostro colonnello (nel frattempo era diventato tale), nonostante l'enorme supremazia di uomini e mezzi dell'avversario, non si perse d'animo e sfruttò al meglio tutte le scarse risorse ed inventò ogni sorta di stratagemmi per evitare uno scontro aperto che si sarebbe rivelato fatale per i suoi. Ciò che occorreva maggiormente in quelle situazioni era la rapidità delle informazioni: sapere immediatamente in quale punto del perimetro cittadino i boeri sferravano l'attacco, per concentrarvi fulmineamente i difensori. Per adempiere questa missione, B.P. radunò nel "Corpo dei Cadetti" i ragazzi dai 10 ai 16 anni. Dette loro una divisa, una bicicletta e li addestrò come informatori e porta-ordini. Il coraggio e l'allegro eroismo con cui svolsero per mesi il loro compito, li fece ammirare da tutti. Un'altra cosa fondamentale per riuscire a resistere all'assedio era mantenere i contatti tra la città e le retrovie inglesi, potere cioè inviare e ricevere informazioni dall'assedio.

Per assicurare un servizio postale, B.P. sfruttò l'abilità dei nativi nel nascondersi e la loro resistenza nel correre, facendo loro oltrepassare le linee nemiche senza essere intercettati. Quando in Mafeking mancarono i francobolli per la corrispondenza interna, B.P. provvide a stamparne dei nuovi: al posto della faccia della Regina, essi portavano il disegno dei "giovani messaggeri di Mafeking" o il volto dello stesso B.P. (e sembra che questa un po' gliene volle...).

Dopo 217 giorni d'assedio, una colonna inglese guidata da Lord Roberts arrivò a liberare Mafeking, la sera del 16 maggio 1900: l'Inghilterra, rimasta per un anno e mezzo col fiato sospeso poteva finalmente esultare. Scrisse Winston Churchill: "Quando la notizia giunse in Inghilterra, le vie di Londra divennero impraticabili per la folla, e il fiume dell'entusiasmo patriottico londinese dilagò in una inondazione di gioia infantile, delirante, incontenibile, come in seguito non doveva più capitare fino alla notte della vittoria della prima guerra mondiale." Nominato generale per meriti di guerra, B.P., 43 anni, era il più giovane generale dell'esercito britannico. Nel 1903 venne nominato Ispettore Generale della Cavalleria per la Gran Bretagna e l'Irlanda. Oggi è difficile per noi renderci conto dell'importanza che rivestiva allora tale incarico. Basti però pensare che non esistevano ancora né i carri armati né l'aviazione militare e che quindi la cavalleria costituiva uno dei pilastri degli eserciti. Finita la guerra ottiene una enorme popolarità rispondendo alle lettere dei suoi ammiratori In una di queste spiega il significato della Buona Azione come: " un atto generoso e casuale da fare giornalmente in silenzio ed in umiltà". Nel 1902 organizza e fonda la Polizia in Sud Africa. Qui forma varie pattuglie dove responsabilizza gli ufficiali più giovani e crea uno spirito di gruppo. Organizza anche una divisa con dei distintivi per mettere in evidenza le capacità di ognuno di loro e la loro abilità. Quando era ormai al culmine della sua carriera militare B.P. venne messo quasi in pensione e venne inviato a studiare l'organizzazione delle truppe territoriali di riserva. Eravamo nel 1907. Perchè? Sempre Churchill scriverà più tardi (ed era uno che di queste cose se ne intendeva...) che lo stesso folgorante successo aveva gettato su B.P. la fredda ombra della disgrazia, nuocendogli presso il Quartier Generale dell'esercito, ove una rapida fortuna e una brillante carriera avevano suscitato le solite meschine gelosie dei mediocri.

 

0
0
0
s2smodern
powered by social2s