CALENDARIO ATTIVITA' GRUPPO

35,10,0,50,1
25,600,60,0,3000,5000,25,800
90,150,1,50,12,30,50,1,70,12,1,50,1,1,1,5000
0,2,1,0,2,40,15,5,2,1,0,20,0,1
Apertura Anno scout 2017/2018
Apertura Anno scout 2017/2018
Campo Estivo 2016
Campo Estivo 2016
By Agesci Porto Torres 1
Route Nazionale Comunità Capi 1997
Route Nazionale Comunità Capi 1997
Firma Carta di Clan - 1980
Firma Carta di Clan - 1980
By Agesci Porto Torres 1
Campo Estivo di gruppo 2016
Campo Estivo di gruppo 2016
By Agesci Porto Torres 1
Route Nazionale Branca RYS 2014
Route Nazionale Branca RYS 2014

Venerdì 1 e sabato 2 giugno sarà tempo di Challenge. E il nostro Marco si appresta a vivere questa esperienza unica insieme ad altri coetanei della Zona di Sassari. Un'esperienza che rimarrà ben impressa nella vita di Marco e fra qualche anno potrà raccontare della meravigliosa Avventura vissuta.

Ma che cos'è il CHALLENGE ?

«Il Challenge è un incontro incentrato soprattutto su attività fisiche e tecniche dove predomina il senso della sfida con se stessi attraverso l'avventura e il gioco. In esso si sperimentano le proprie capacità e i propri limiti, si impara ad affrontare difficoltà impreviste, ad essere pronti, a non scoraggiarsi, e ci si prepara al Servizio. Viene vissuto a coppie». (Regolamento Metodologico, art. 28)

Da "Il tempo del Noviziato" -

Il Challenge è un evento unico nel corso della vita scout che vale la pena di essere vissuto e proposto per molte ragioni. Non ultima la possibilità di raccontarlo!

Il Challenge è un’esperienza vera e concreta (non virtuale e simulata): ciò che si è appreso come esploratore o guida viene ripreso e rivalutato con il nuovo stimolo dell’imparare per servire, proprio del rover e della scolta.

Il Challenge, per essere tale, prevede:

• un’attività di due giorni, (quindi con pernottamento);

• la formazione di coppie di novizi;

• un percorso a piedi o in bici di un certo numero di chilometri;

• diverse prove da affrontare;

• alcuni momenti in comune a tutti i partecipanti;

• un clima di tensione e di competizione, sana e leale, in cui ci si mette alla prova senza l’ambizione di vincere medaglie o trofei;

• una valutazione delle prove, anche se è importante sottolineare che si vince tutti perché ognuno si mette in gioco affrontando e superando le varie prove con le proprie possibilità.

La proposta del Challenge è stata proprio ideata per le novizi/e. Perché? Il riferimento più significativo è quello del passaggio da ragazzo ad uomo, tipico di molte cerimonie di iniziazione. Diversi sono i collegamenti evidenti con la proposta dell’anno di Noviziato quale anno per eccellenza di passaggio nell’esperienza dello scautismo.

 

0
0
0
s2smodern
powered by social2s

BRANCA L/C

Il grande gioco dello scautismo inizia fin da bambini, con la proposta di una esperienza fantastica giocata e vissuta nell’atmosfera della Giungla di Kipling o del Bosco. Nel Branco e nel Cerchio sono accolti bambini e bambine dagli 8 agli 11/12 anni: Lupetti, Lupette e Coccinelle.

BRANCA E/G

Il Reparto è l’unità di ragazzi e ragazze dagli 11/12 ai 16 anni, gli Esploratori e le Guide. Comprende tre o quattro Squadriglie, formate da 7-8 ragazzi o ragazze che progettano e realizzano in modo autonomo attività e imprese.

BRANCA R/S

La branca Rover/Scolte si rivolge ai giovani e alle giovani compresi tra i 16 ed i 20/21 anni e si propone di favorire, attraverso l’autoeducazione, la crescita di ciascuno, nella disponibilità al servizio del prossimo, nello sforzo di maturare delle scelte per la vita.

I CAPI

I capi, i soci adulti e gli Assistenti Ecclesiastici sono coloro che avendo compiuto scelte solide  ed acquisito adeguate competenze, sono impegnati nel servizio educativo di bambini, ragazzi, giovani. Il loro servizio è gratuito. Gli Assistenti Ecclesiastici sono sacerdoti corresponsabili della  proposta scout all’interno delle Unità, delle Comunità capi e degli altri livelli associativi.